TANGO OLISTICO® a Bologna

INIZIA IL PERCORSO SERALE

VENERDI’ 14 OTTOBRE

dalle 19:00 alle 20:30

via delle Armi 5/a (Bologna, presso Rosa dei Venti)

Una meditazione in movimento… un metodo per entrare in contatto con il nostro corpo e le nostre emozioni dallo spazio dell'”Osservatore” che accoglie e non giudica… uno strumento per crescere in consapevolezza… una strada per migliorare il nostro modo di relazionarci.

Per conoscere meglio il Tango Olistico, da dove è nato e in cosa consiste: clicca quì.

Per conoscere il percorso serale, come è strutturato, le date (cadenza bimensile), la quote di partecipazione clicca quì.

La voce dei partecipanti:

“Per me il tango olistico ha reso visibile l’invisibile, dandomi modo di sentire e vedere le modalità con cui vivo la mia vita” (Anna, Milano).

  • Un po’ difficile ridurre a poche parole quello che mi ha dato il tango olistico. La cosa più evidente è stata quella del cambio di prospettiva nelle relazioni, non più quello che l’altro fa, ma come risuona in me, cosa sento, come esprimo e trasmetto quello che sento, come questo entra in risonanza con l’altro e cosa nasce da questo incontro” (Massimiliano, Padova).

“Il percorso di tango olistico mi ha donato una bellissima parola che è ‘permettersi’. Permettersi di sentire, di essere e di provare piacere. Percepire la paura e il piacere di quando ci si affida o ci si abbandona. Permettersi di incontrare l’altro incontrando se stessi” (Veronika, Lugano).

  • Elvira, 49 anni, impiegata di Monterotondo: “Ho avuto il piacere di conoscere aspetti di me più nascosti. Un’ esperienza da approfondire”.

Mauro, 27 anni, ingegnere di Treviso: “Sperimentare questa disciplina è stato molto interessante. Apre la strada per la comprensione del codice materno e paterno che mi porto dentro”.

  • Agata, 60 anni, insegnante di sostegno di Bologna: “Il Tango Olistico mi consente di vedere attraverso il mio corpo tutti i miei limiti. Mi permette di fare i conti con quelle parti di me che ho dovuto tagliare, mettere da parte e la cosa mi piace moltissimo”.

Emanuele, 33 anni, geometra di Mirandola (Mo): “Un’importante opportunità di conoscere nuovamente e mettere ancora in gioco noi stessi”.

  • Patric, 40 anni, counselor di Vicenza: “Un’ esperienza coinvolgente che da neofita mi ha sorpreso molto. Mi si sono smosse molte energie e me ne torno a casa arricchito

Mimma, 62 anni, insegnante di Roma: Ho sperimentato in questi giorni che l’intenzione che metti nel contatto con l’altro, durante il ballo, arriva nella tua vita per diventare il tuo nuovo modo di affrontarla. Improvvisamente, come una bella sorpresa, non appena sei pronta!”

  • Fabio, 38 anni, falegname di Bologna: “Torno a casa col cuore pieno di gioia e tanta voglia di evolvere. Da ex discotecaro a olistico pazzesco”.

 

 

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *