L’ evento di chiusura del progetto “Tango senza confini” si terrà giovedì 13 giugno, alla Festa dei Laboratori Migranti “Accoglienza in musica”

Il laboratorio gratuito di tango realizzato tramite il progetto “Tango senza confini” ha permesso a straniere/i (anche rifugiati e richiedenti protezione internazionale) e a italiane/i, di età prevalentemente compresa tra i 18 e i 35 anni,  di imparare a ballare il tango INSIEME.

Capofila del progetto “Tango senza confini” è Asd Olitango, affiliata AICS.

Per la prima volta il ballo del Tango è divenuto strumento per sensibilizzare al multiculturalismo e alla diversità, promuovere la coesione sociale e l’integrazione socio-culturale, superare la paura del diverso da sé e sviluppare il rispetto e una sana capacità di relazionarsi tra culture diverse.

Nella settimana in cui la nostra bella Città di Bologna ospita i Campionati Europei di Calcio Under 21, si tiene l’evento conclusivo di questo percorso. “Tango senza confini” è un progetto che sostiene il ballo del tango come sport per promuovere l’integrazione multiculturale.

Quando e dove si terrà l’evento conclusivo di “Tango senza confini”

Giovedì 13 giugno, alle ore 16:30, presso la festa dei Laboratori Migranti “Accoglienza in musica”, nel chiostro dell’Antoniano, Via Guinizzelli 3 a Bologna.

Programma dell’evento conclusivo di “Tango senza confini”

Dopo le esibizioni dei Laboratori Migranti (vedi volantino sopra), dalle 16:30 i ragazzi e le ragazze del laboratorio “Tango senza confini” e la compagnia di ballo dell’Asd OliTango si esibiranno insieme per condividere quanto imparato e divulgare il Tango.

Ingresso libero!

Si ringraziano tutti i partner del progetto “Tango senza confini”, che ne hanno sostenuto la realizzazione lungo questo anno 2018-2019. Un ringraziamento speciale ad Arte Migrante per la collaborazione e l’ospitalità mostrata in questi mesi.

 

Prosegue anche nel 2019 il progetto “Tango senza confini”: laboratorio gratuito di Tango per stranieri e italiani, 18 – 35 anni

Un progetto rivolto a straniere/i (anche rifugiati e richiedenti protezione internazionale) e a italiane/i con lo scopo di imparare a ballare il tango INSIEME.

Vogliamo sensibilizzare al multiculturalismo e alla diversità, promuovere la coesione sociale e l’integrazione socio-culturale, aiutare a superare la paura del diverso da sé e diffondere il rispetto e una sana capacità di relazionarsi tra culture diverse.

Perchè il Tango? Le radici musicali del tango affondano nei ritmi dell’Habanera (sonorità africane), la nascita del tango è legata ai flussi migratori, il tango è un ballo popolare, nato in strada.

Quando e dove “Tango senza confini”

Gli incontri saranno a cadenza settimanale, da martedì 5 marzo 2019, dalle 19:45 alle 20:45, presso il Centro Sociale Lunetta Gamberini (via degli Orti 60, Bologna).

A chi è rivolto “Tango senza confini”

  • straniere/i (anche rifugiati e richiedenti protezione internazionale)
  • italiane/i fortemente motivati a fare un’esperienza interculturale
  • studenti, artisti, e chiunque abbia voglia di mettersi in gioco

E’ necessario avere tra i 18 e i 35 anni, ed essere aperti al ballare con persone provenienti da altri paesi e altre culture. Saranno accolti un massimo di 20/25 partecipanti.

Chi conduce “Tango senza confini”?

Maria Calzolari, maestra professionista di Tango Argentino, affiancata nel percorso da Barbara Cassioli, assistente sociale con esperienza decennale nel settore dell’immigrazione e ballerina di tango per passione, e da Denise Battista, insegnante di Tango assistente ai corsi

Cosa fare per partecipare

La partecipazione agli incontri è gratuita.

E’ necessario avere la tessera OliTango-AICS che include copertura assicurativa (a scelta tra base 15 euro, o con integrativa 18 euro) e il certificato medico di idoneità alla pratica sportiva non agonistica. E’ possibile fare le tessere all’ atto d’iscrizione. Per chi è interessato a partecipare agli incontri contattare Asd OliTango per prenotarsi (sino ad esaurimento posti): 3394734113 – info@olitango.it

La prestigiosa rete dei partner

  • Patrocinio del Quartiere San Donato di Bologna
  • Quartiere Savena
  • ASP Città di Bologna Servizio Protezioni Internazionali Rifugiati
  • Africa Tango Scuola Tangueart (Maputo – Mozambico)
  • Centro Sociale Lunetta Gamberini
  • Centro Sociale Italicus
  • AICS Comitato Provinciale di Bologna
  • Centro Interculturale Massimo Zonarelli – Comune di Bologna
  • REFUGEES WELCOME ITALIA ONLUS
  • AMISS Associazione Mediatrici Interculturali Sociali e Sanitarie
  • Vicini D’Istanti
  • Armonie Voci di donne
  • Teatro dei 25

Nella foto: Maximiliano Chollet e Cinthya Tomino (maestri dell’ Africa Tango International Festival Maputo-Mozambique)